L'estate è arrivata e con essa le birre più fresche e beverine!

10/07/2016

L'estate è arrivata e con essa le birre più fresche e beverine!


Ma quali sono le birre adatte per questa stagione? Di certo non possiamo stappare mostri da 10° e più gradi!
E allora ecco qualche nome e qualche stile di cui fare incetta per riempire la dispensa ghiacciata per la sopravvivenza in questa estate 2016.

Parola d'ordine come detto, è bassa gradazione, che non equivale a dire minor gusto, anzi!
Si parla di birre session, ossia birre da bere in serie, senza rischiare di finire stesi dall'alcol.
E sfatiamo pure il mito che la birra fa sudare! Una buona birra fresca è un ottimo corroboante per il nostro corpo! Vale ovviamente quanto specificato sopra, se buttate giù mostri alcolici...beh ve la siete cercata!


In Italia non mi lascerei scappare la Hop Art 03 del Birrificio Rurale, annuale session che varia di volta in volta la batteria di luppoli regalando una birra di straordinaria beverinità e gusto. Sempre di Rurale andrei su uno stile molto più classico, le pils. Con una bella bottiglia di 405040 anche dopo una giornata a 40°, farete pace con il mondo!

Dal Regno Unito, degna sostituta dell’acqua potrebbe essere la Old World di Buxton che delicatamente regala sentori di speziatura con preminenza di note acidule e agrumate di lime e pompelmo rosa. Vero rimedio anche nelle interminabili giornate di questo torrido luglio!

Anche una bella blanche fa decisamente al nostro caso. Dalle parti di Notaresco in provincia di Teramo hanno aggiunto menta piperita alla loro blanche, nasce cosi la Bianca Piperita. Al birrificio Opperbacco, nel rispetto dello stile, si impiegano frumento non maltato, avena, buccia d’arancia e coriandolo. E’ caratterizzata dall’utilizzo della menta piperita e del miele abruzzese di produzione locale. Direi che gli ingredienti per una bomba rinfrescante ci sono tutti.

In alternativa risaliamo al Nord, da Lambrate e troviamo una'ottima birra in stile American Lager, dal brillante colore dorato. L'hanno chiamata Drago Verde e con i suoi 4° gradi rinfresca e tonifica. Al naso, presenta decise note di agrumi dovute all’utilizzo di un particolare luppolo americano accompagnate da un delicato sentore di legno affumicato. In bocca è secca e piacevolmente amara nel finale. È un birra molto rinfrescante e poco alcolica.

Cosa c'è di più fresco ed estivo??

Beh direi che abbiamo tutto l'occorrente per sopravvivere al caldo estremo, non resta solo che scegliere con quale birra iniziare e rinfrescarci e posizionarci sotto al condizionatore!
Alla vostra!