Festa del Luppolo autoctono a Marano sul Panaro (Modena), 15/16 Luglio 2016 - Marano Wild Hopfest 2016

20/07/2016

Festa del Luppolo autoctono a Marano sul Panaro (Modena), 15/16 Luglio 2016 - Marano Wild Hopfest 2016


Festa del Luppolo autoctono a Marano sul Panaro (Modena), 15/16 Luglio 2016 - Marano Wild Hopfest 2016

Si è appena conclusa La Festa del Luppolo Autoctono a Marano sul Panaro in provincia di Modena.

Questo evento, alla sua quinta edizione, nasce come naturale evoluzione del progetto di ricerca che il Comune ha avviato sul luppolo indigeno locale. Documenti storici infatti localizzano, tra XVII e XX secolo, coltivazioni di questa pianta nel territorio di Marano.

Tutto ha origine dal progetto di ricerca commissionato dal Comune di Marano sul Panaro al Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Parma in collaborazione con Italian Hops Company. Questa sperimentazione è denominata “Il luppolo a Marano sul Panaro tra biodiversità e qualità”; nel campo sperimentale realizzato sul territorio comunale, vicino a varietà commerciali, crescono più di settanta genotipi indigeni sottoposti ad analisi, selezionati ed incrociati. L’obiettivo è arrivare a nuove cultivar che offrano la possibilità di produrre birra artigianale con caratteristiche aromatiche tipicamente italiane.

La manifestazione è stata un’occasione per presentare e conferire visibilità a questo studio, con l'obiettivo di creare un happening festoso su un tema che ha sempre maggiore rilevanza e a cui sempre più persone mostrano un crescente interesse; la birra artigianale e le sue materie prime.

Il convegno sul progetto di ricerca, dal titolo “Coltivando la rivoluzione”, volto all’aggiornamento sullo stato dell’arte dello studio e alla presentazione dei più recenti dati è stato presidiato da autorevoli
professionisti ed opinion leader del panorama birrario e gastronomico nazionale, tra cui: Moderatore della conferenza: DAVIDE PAOLINI, il GASTRONAUTA ed il SOLE 24 ORE, tra i più conosciuti ed autorevoli giornalisti enogastonomici italiani. GIAN CARLO MUZZARELLI, sindaco di Modena ; EMILIA MURATORI , sindaco di Marano sul Panaro , promotrice del progetto; TOMMASO GANINO, ricercatore, parte agronomica e di analisi di laboratorio, Università di Parma ; EUGENIO PELLICCIARI, founder dI ITALIAN HOPS COMPANY, azienda spinoff del progetto di ricerca, Modena; LUDWIG LOCHER, titolare dell’azienda agricola produttrice di luppolo LOCHER HOPFEN, Tettnang, Germania ; LUKA ROJNIK, titolare dell’azienda agricola produttrice di luppolo ROJNIK HOPS, Sempeter, Slovenia; ALEXANDER FEINER, Responsabile ricerca e sviluppo di HOPSTEINER, Mainburg, Germania; AGOSTINO ARIOLI, founder di BIRRIFICIO ITALIANO, Limido Comasco (CO) ; PIETRO DI PILATO, founder del birrificio BREWFIST , Codogno (LO); SIMONE MONETTI, direttore operativo dell’associazione nazionale UNIONBIRRAI ; EUGENIO SIGNORONI , responsabile della GUIDA ALLE BIRRE D’ITALIA DI SLOW FOOD.

Noi di Birreadarte seguiamo con interesse questo progetto ormai giunta al quinto anno con interessanti prospettive. La sperimentazione ha infatti concluso un suo primo ciclo, riuscendo a individuare, isolare e selezionare le prime genetiche italiane di valore che lasciano ben sperare per una futura produzione di qualità e tipicità tutta italiana.