ESTONIA

Estonia

La storia della birra in Estonia va di pari passo con la storia della Viru (la più famosa birra Estone) che nasce mescolando i malti provenienti dal miglior orzo selezionato della zona baltica orientale, coltivato perlopiù in Lituania, a cui viene aggiunta acqua raccolta direttamente da un pozzo artesiano che sorge proprio accanto al birrificio. I luppoli utilizzati sono di tipo Saaz, il cui nome deriva dall’antica omonima città austriaca (che oggi si chiama Žatec e si trova in Repubblica Ceca), famosa per la coltivazione del luppolo da almeno 7 secoli. Nel corso degli anni questa birra ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti a livello mondiale, rendendola una delle pilsner più apprezzate, grazie al suo gusto pulito e rinfrescante, che lascia spazio a tutte le varie sfumature del gusto dei malti, dal sottilmente dolciastro al leggermente tostato. Il nome Viru trova origine da una parola estone “Virumaa”, ovvero terra di Viru, che indica una specifica area del Paese situata sulle coste del mar Baltico. La forma piramidale della bottiglia così particolare è da datarsi agli albori del Ventesimo secolo, in pieno periodo imperiale, quando a San Pietroburgo un artista ideò quella che doveva essere semplicemente un’opera in stile art-deco. Ad oggi altri birrifici artigianali che strizzano l'occhio al movimento birrario Statunitense si stanno affermando, tra questi possiamo citare il Birrificio Pohjala di Tallin.



 


00 cl 33 - Birrificio Pohjala - Birra artigianale in stile Imperial Porter

3,67 [+22% IVA]

OO: Una birra Porter Imperiale Baltica, scura ed equilibrata, come le notti d'inverno Estoni.


Disponibilità:
 

 


MUST KULD cl 33 - Birrificio Pohjala - Birra artigianale in stile Porter

3,82 [+22% IVA]

MUST KULD: La MUST KULD di Pohjala è una Porter elegante e sinuosa e calda.

Disponibilità: